Intervista a Pietro

Nome

Pietro

Laurea:

Economica e Commercio

Che ruolo ricopri in azienda?

Contract Manager

Il mio motto è

Ho due citazioni: “Non condivido ciò che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo” e poi “Fare meglio se possibile... ed è sempre possibile”.

Qual è il tuo percorso professionale in Roche?

Sono entrato in Roche nel 2008 nel controllo di gestione, seguendo, nei 5 anni successivi, un po’ tutte le business area di Roche Diagnostics Italia e le attività di reportistica gestionale; da ottobre 2013 ho intrapreso una nuova sfida professionale, prendendo la responsabilità dell’Ufficio Contratti.

Che bilancio fai della tua esperienza finora realizzata?

Bilancio positivo. Sono stati 6 anni molto intensi, soprattutto gli ultimi 2, con molti cambiamenti e tante sfide affrontate.

Ho avuto la possibilità di partecipare a progetti complessi e sfidanti, ho fatto molta esperienza e sono cresciuto come persona e come professionista. Non sono mancati momenti difficili, ma nel complesso non ci si è annoiati e certamente la bilancia di questi 6 anni di Roche pende dalla parte positiva.

Vale la pena lavorare in Roche per …?

La possibilità di crescere in un contesto internazionale; la solidità del Gruppo; l’orgoglio di lavorare per un’azienda leader in un settore chiave come quello farmaceutico e diagnostico.

Le 3 cose che non possono mancare nella mia valigia

Una guida Lonely Planet; una felpa; una mappa.

Quale pensi sia il valore di far parte di un’azienda leader delle biotecnologie e nella diagnostica in vitro?

Ci si sente parte dei successi dell’azienda in campo medico e si è orgogliosi di lavorare per un’azienda che ha come fine ultimo il benessere e la salute delle persone.

Che cosa apprezzi maggiormente dell’azienda?

L’atmosfera internazionale e la passione dei colleghi.

Come trovi l’ambiente di lavoro in Roche?

Internazionale e sfidante; molto orientato al risultato.

Come sono i tuoi colleghi?

La maggior parte dei colleghi è estremamente competente nel proprio ambito di attività e con evidente passione per il proprio lavoro.

Cosa ti appassiona del tuo lavoro?

Ogni giorno ci sono nuove sfide e nuove soluzioni da ricercare e problemi da risolvere: di sicuro non ci si annoia.

Senti di avere occasioni di crescita e di sviluppo professionale?

La possibilità di crescere e far carriera in Roche non mancano, sia in ambito italiano, sia in ambito internazionale.

Quello che mi motiva sono l’orgoglio, il senso del dovere, la sensazione di essere apprezzati per il proprio lavoro.

Leggi l’intervista a Chiara

Leggi l’intervista a Martina

Leggi l’intervista a Massimo

Tags: Italy